6.6.13

VILLA BAGLIONI E L'INAUGURAZIONE

Che figata, Ragazzi, d'adesso in poi, quando mi chiederanno cosa faccio nella vita, rispondo - Sono un Blogger!

Sono pregati di NON  leggere questo lungo Post, le Amministrazioni, i Nemici, gli Invidiosi, coloro che Soffrono di Cuore, coloro che non hanno tempo di leggere, il mio vicino di casa e..., quindi scusatemi, se fate parte di questo gruppo, cliccate su un altro blog che preferisco, grazie.

Finalmente sta per iniziare,C Siamo C Siamo C Siamo...  l'inaugurazione di "Villa Baglioni",
 dopo quasi due anni di ristrutturazione, e' pronta al grande evento, che aprirà'  le porte del mercato a questa promettente struttura.

Ma che dico... STOPPP!, fermiamoci subito.....STOP, HO DETTO!
 Voi vi chiederete il perché? che cosa succede adesso? ma va la...

Ebbene si, internauti, come in un qualsiasi paese dove la burocrazia regna sovrana, quanto segue sembrerebbe inverosimile se non fosse realmente accaduto.
 Ad un passo dal giorno mitico, dopo quasi 24 mesi di ristrutturazione, di sudore, mi ritrovo USL che mi blocca l'Inaugurazione, trovando che le porte centrali mancano d'areazione, il comune che ritiene la mia canna fumaria  antiestetica ai fini paesaggistici e che bisogna rifarla passando al interno della struttura.
"Signor Baglioni! Si deve fermare subito, sino a quando non ha messo in regola queste cose, si scordi l'apertura!"
Ma Porca Panetta! scherzate? Non potete farmi perdere la stagione!
Mi sono impegnato economicamente fino al collo, con Banche, Famiglia, Amici  e adesso ancor prima d'iniziare mi volete già far saltare?
Non potevate dirmelo prima?, che invece di mangiar polvere per ventiquattro mesi, me la sarei passata bevendo Caipirinha nella spiaggia di Ipanema a ritmo di "Samba"?
Scanchero-Riscanchero, pubblicizzo la mia disavventura in giro per i paesi, al fine di far arrivare in coro, l'urlo di disperazione alle amministrazioni e cercando nel umanità, un minimo di solidarietà.

Ma cosa ho fatto di male?

In fondo, creo una struttura Nuova non solo per il  paese di "Rero" che neppure i paesani della limitrofa
Final di Rero sanno che esiste, ma anche per la città' di Ferrara e non solo. Infatti, ero e sono l'unica Villa con Ristorante interno, tre Bar, Piscina che non ha nulla a che vedere con l'ormai superate discoteche.

Come in una favola degna di nota, arriva un salvatore, l'allora Vicesindaco Dario Barberi (che pubblicamente ringrazio per la vicinanza che sempre ha dimostrato nei confronti di "VILLA BAGLIONI"), che si è immediatamente attivato per risolvere l'irrisolvibile e far partire, quanto prima la struttura.

Ok, perdo la primavera, ma l'estate deve essere un Boom ..

Solo nel mese di Giugno, mi danno il via libera per aprire le porte il 31 di Luglio 04,
 ma come faccio in poco più di un  mese ad organizzare tutto...? Caspita, neanche ho uno straccio di Staff..
Ma gli Angeli che sempre mi hanno accompagnato nella vita, si attivano...e conosco in quei giorni un Barman di nome Mino, un pelone un po "figlio dei fiori", ma bellissimo ragazzo che oltre ad uno storico in discoteca di tutto rispetto, si capiva che la sapeva lunga....,  mi diede la disponibilità nel aiutarmi, millantando, la conoscenza di tantissimi altri barman, camerieri, cuochi.

Che bello giovani!, finalmente un aiuto e gli affidai il compito, di fare il primo ordine del" beverage" per
" l'inaugurazione" al'azienda di riferimento, quando poi mi arrivo' la fattura, capii che avevo in squadra un folle...
andiamo avanti..
 Carico come mille, imposto  l'immagine di quello che sarebbe poi diventato il primo volantino pubblicitario,
chiesi a mia madre di scattarmi una  foto, che immediatamente si rifiuto' e con  pistola  puntata alla tempia, ed un bicchiere di vino in mano, lasciai il mio primo segno al potenziale cliente.
In Seguito mi telefono', minacciando di denunciarmi "una associazione alcolisti anonimi", mentre le forze del ordine mi chiamarono facendomi  i complimenti...obiettivo centrato !
Foto che stampai da un lato degli ottocento volantini che feci per l'occasione con su scritto:


"STUFO DELLE SOLITE COSE?" 
 e dal altro lato:
"ARE YOU READY?"

con solo data e indirizzo del'inaugurazione, con foto panoramica di Villa Baglioni scattata dal elicottero
 e niente piu'.
In quei giorni trovai un altro Barman d'avventura, Alex, altro discotecaro della Bon Ton Ferrarese che gli piacque  la nostra Storia....e vai  un altro.... e poi un altro ancora...
Yuppi duu!, ragazzi, lo Staff e' completo con anche Cuochi, aiuto Cuochi, ed in soli  quindici giorni eravamo già in una decina .
Incominciammo a consegnare nelle mani dei gestori dei locali più IN, i volantini alquanto singolari che suscitarono una grande curiosità:
 ma ci domandammo, quante persone verranno e chi ?

Decisi, per l'occasione, d' inventare una situazione "VIP" al interno di una tensostruttura  a bordo piscina, invitando a cena, un centinaio forse più, di personalità amici di mia madre e miei, in modo tale, d'avere una base sicura, per la notte che sarebbe dovuta rimanere nella storia, quanto meno di Villa Baglioni, successivamente si sarebbe potuto entrare in seconda serata Gratis, passando attraverso i controlli di due Giganti della sicurezza  a cui avevo dato precisi ordini.
A questo punto, avevo pero' bisogno di un Vero DJ, non il solito che si reputa tale, solo per aver due lettori CD davanti che molte volte strimpella con musica già mixata, facendo finta  di essere un fenomeno.
Volevo una " Vecchia Guardia" uno che dimostrasse al nostro pubblico d'essere un vero professionista della musica, ma con il vinile.
 Credo, l'unico rimasto sulla terra, l'ho trovato, nome d'arte Luca's,  dimostratosi, in seguito, un grande diventando "Resident" a Villa Baglioni", accompagnandoci anche in parte della stagione invernale .
Non posso dimenticare in questo contesto, l'azienda che segui i lavori della parte elettrica, il cui titolare era un altro" figlio dei fiori" di nome Nico, che continuava a cantare mentre lavorava: "da Baion as chapa poc, Ma as rid bentant!", aveva anche un azienda che noleggiava attrezzatura per concerti.
Si, e' vero, lo STAFF risulta alla fine pieno "Clochard", ma non vi era nessuno d'improvvisato e la cosa mi dava molta sicurezza, prevedendo un affluenza di cinquecento persone circa.
Questa e' bella: Il giorno prima dell inaugurazione Nico  arriva a Villa Baglioni con il suo scassatissimo  camion e incomincia a montare con Antonio, una consolle che credo, neanche Bob Marley  nei suoi concerti avesse.
Colonne di casse acustiche alte più di due metri, amplificatori, equalizzatori, impianti luce sulla casa, ero preoccupato, non tanto per quel che mi avrebbe preso economicamente, ma sopratutto per il casino che avremmo fatto.., dopo una giornata di lavoro proviamo l'impianto, perbacco non credevo alle mie orecchie, l'erba la vedevo ballare nel parco, gli uccelli volavano per altre direzioni, milioni di insetti  passarono  ad altra vita ....ma eravamo pronti  per tutto e a tutto gas, ma non per l imprevisto..
Finalmente arriva il momento di presentarci al pubblico,
 Ciak si gira ..: ricordo che in seconda serata arrivarono anche gli operatori di Telestense  (TV locale Ferrarese) con cineprese che nessuno aveva chiamato, lo giuro, in un ora entrarono qualche centinaia di persone, i clacson delle macchine suonavano al impazzita, fila di persone che cercavano d'entrare per primi, altri che scavalcarono il recintato per paura di non esserci, la sicurezza che mi chiedette  via radio, cosa avrebbero dovuto fare e purtroppo neppure io sapevo...
Alle una di notte ci telefonano che stanno arrivando due pullman!
... ma scherziamo? siete diventati scemi?
No, la realtà'  amici! Dopo tale ora un disastro di persone in fila, non avevo il coraggio d'andare a vedere..,
Lo so già', vi chiederete: "ma col personale?" 
- un casino!...lo ammetto, fortuna vuole che vi erano anche tutti i colleghi dei Barman dello Staff, che si sono immediatamente attivati, le due cassiere non bastarono e aggiungemmo la terza, una mia amica di fiducia  che non l'aveva mai fatto, ma non fu sufficiente e le code si allungavano sempre più , i rullini dei registratori di cassa finivano prima d'iniziare e  il tempo per cambiarli,  avrebbero richiesto quanto meno la quarta.
Basta!  Non ce la faccio più' ....per cortesia finiamo? detto fatto, dicono a posteriori che erano presenti più' di duemila persone, molti, il giorno dopo si lamentarono per il costo eccessivo della consumazione, che al epoca fu di otto Euro in bicchiere di carta, altri che Non  riuscirono entrare, mi insultarono per strada.
Oggi, anche se in ritardo Vi chiedo scusa, avevate ragione ma la prossima volta se mai Dio vorrà, ci prepareremo meglio..
Ore quattro. rimane nelle orecchie solo il ronzio di una notte di divertimento e festa, ci abbracciamo tutti, ricordo che Alex stappo' l'ultima bottiglia di Champagne "Don Perignon" ( in serata ne vendemmo due) ed incomincio' a spruzzare tutti, come dopo aver vinto un Gran Premio di Formula 1,
 qualche lacrima non solo da me firmata.
.....c'e'  l'avevamo fatta... !

rimane un piccolo aneddoto, a posteriori simpatico,  ma che risulto' una fucilata in seguito..
Non sapevo che bisognava chiederti alcune autorizzazioni...ma al prossimo post

 - Mino, Alex, Nico, Antonio, Chiara, Raffaella, Luca's.. se leggete questo post per cortesia contattatemi scrivendomi nel format del Blog, non so dove rintracciarvi
- Anche Tu, se hai passato una serata con noi, scrivici due righe con foto,  ed entra nella Storia di Villa Baglioni con un Post esclusivo a te dedicato






Nessun commento:

Posta un commento