19.8.15

GLI INDICATORI ECONOMICI E L' APOCALISSE NEL MONDO

 Le banche centrali hanno preso il controllo della crisi economica nel mondo.

Crediamo, che presto ci possa essere un crollo dei mercati azionari che in questo momento si trovano in molti paesi ai record storici, con valutazioni fuori dai prezzi di mercato.


1. La Cina incomincia a Scricchiolare 


La Cina che fu la salvatrice nel mondo nel 2008, come detto nel precedente post, oggi lancia  un pacchetto di stimolo senza precedenti innescando un boom degli investimenti in infrastrutture. Tuttavia, attualmente la crescita economica del paese è diminuito del 7% per la prima volta in un quarto di secolo, i dati ufficiali citate dal quotidiano britannico ' The Telegraph  nel suo articolo, menzionano un imminente "apocalisse economica mondiale"  usando come "ultimo colpo in canna" la svalutazione della moneta nazionale.

2. Crollo dei prezzi delle materie prime

La minore domanda di materie prime in Cina, ha influenzato tutti i mercati mondiali .Il prezzo delle 22 materie prime e' crollato. Il petrolio che e' il chiaro barometro della crescita nel mondo ha ricominciato a scendere, tanto quanto il Ferro, minerale d' eccellenza per la Cina e indicatore dello sviluppo immobiliare e' arrivato a 56 dollari per tonnellata, pensate che a gennaio era a 140 dollari .

3. crisi credito nel settore delle risorse

Milioni, anzi Miliardi di dollari sono andati a prestito nei mercati di tutto il mondo, per finanziare nuove miniere di petrolio, ma solo pochissimi di questi investimenti sono risultati redditizi, sprecando un esorbita' di denaro . questo e' l' accaduto agli amici USA, con le loro due obbligazioni principali che investano in questo settore, che alla fine sono risultate "Spazzatura" facendo entrare nel panico totale, il mercato dei capitali.

4. Effetto domino

Ie principali economie mondiali stanno incominciando a cadere ,come un castello di sabbia. La Cina, soffre di un rallentamento economico,gli Usa non riescono a trovare la via d'uscita, uguale per i mercati emergenti in stasi totale con  le banche centrali che continuano a  dimostrarci di non saper dominare la situazione. La Grecia e il suo mercato azionario sono quasi alla disperazione con un nocchio sempre puntato ad una uscita dal Euro 

5. tasso di interesse, calma piatta

I tassi di interesse In Inghilterra, come in USA, sono ai minimi da sei anni anche se si parla in continuazione di aumento tassi dello 0,25% per entrambi, non ci sono mai le condizioni ideali per il cambio di rotta, speriamo per la fine di questo anno che qualche cosa cambi, naturalmente in meglio. 

7. la tendenza del mercato Inglese e'  rialzista

Dopo 77 mesi consecutivi di crescita del mercato azionario del Regno Unito, siamo entrati in una bolla che presto potrebbe scoppiare? solo due volte nella storia si e mantenuto un  tempistica maggiore nelle quotazioni azionarie, finite poi con lo scoppio totale del mercato borsistico Inglese.

8. Il mercato americano e' sopravvalutato

Negli Stati Uniti,  la relazione azionaria tra prezzo e guadagno si e situato al 27,2 un 64% sopra la sua relazione media storica e solo in tre occasioni e risultato superiore a quello attuale nel 29, nel 2000 e nel 2007 .
a Voi l ardua sentenza di quello che succederà....


Nessun commento:

Posta un commento